2018, l’anno della crociata contro il Gioco d’azzardo

sale scommesse e slot machine

Il 2018 verrà ricordato come l’anno del Decreto Dignità e dell’inizio della crociata del nuovo governo, come mai prima d’ora, per l’eliminazione del gioco d’azzardo. Ne risentono, soprattutto, i casinò italiani che stanno vivendo, alla luce degli avvenimenti degli ultimi mesi, un vero e proprio dramma. O almeno, alcuni di essi, su tutti quello di Campione e Saint Vincent.

In questi casi non si parla di incassi e di riduzioni, argomenti triti e ritriti quanto piuttosto del fallimento della società di gestione del Casinò di Campione d’Italia, nel caso particolare, e dello scenario nero su cui va a collocarsi la situazione, già di per sé delicata, del Saint Vincent Resort & Casinò. Quanto mai evidente, in questi casi emblematici, il fallimento della politica, che ha perseverato negli errori evitando in ogni modo di trovare soluzioni congeniali e per il bene di un collettivo. Una miniera d’oro è diventata un clamoroso buco nell’acqua. E la colpa non si può attribuire al settore del gioco pubblico, alla crisi, ai cambiamenti dell’economia, dal momento che vi sono due esempi virtuosi, a Sanremo e a Venezia, che hanno avuto a che fare con le stesse variabili. Due casinò con due bilanci in utile, e con incassi in solida e perenne ripresa? Facile far quadrare i conti, quando i due comuni interessati non chiedono né pretendono alcuna quota dagli incassi.

Semplice buon senso, assistenza e non rivalità inutile e fine a sé stesso. Nessuna burocrazia, nessuna mono-economia e nessun esposto da parte di qualche consigliere della minoranza, prima e dopo sindaco, che ha innescato un processo autodistruttivo che ha portato ad un vero e proprio fallimento del Casinò. Ora il futuro di Campione e Saint-Vincent passa in altre mani, tra la giustizia ed il governo, almeno nel primo caso. Nel secondo, ahinoi, i danni sono irreversibili ed il tempo è agli sgoccioli. E forse, stavolta, potrebbe essere già troppo tardi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *