L’indagine della Malta Gaming Authority sul consumo di servizi di gioco

gamblingregole

La Malta Gaming Authority (MGA), durante una conferenza che ha avuto luogo presso l’Ufficio del primo ministro di Malta, ha esposto i risultati di un’indagine sul consumo di servizi di gioco d’azzardo da parte dei residenti maltesi, comprendente considerazioni economiche e sociali. Lo studio, condotto tra il 2015 e il 2016, offre una valutazione di quelli che sono i comportamenti di gioco ed un quadro esaustivo sul livello di GAP nell’isola.

Dai risultati della ricerca è emerso che i servizi di gioco si sono convertiti in una parte essenziale delle attività ricreative e di intrattenimento delle famiglie. Se da un lato ciò significa un maggior contributo all’attività economica, dall’altra emerge la necessità di gestirlo in modo tale da non incidere sulla sostenibilità degli stili di vita.

Nella relazione si legge che “nel 2015 la popolazione maltese ha speso circa 125 milioni di euro su giochi d’azzardo, pari a circa il 2,8% della spesa totale della famiglia. Durante lo stesso periodo in esame, circa 195.300 persone hanno speso soldi su una qualche forma di attività di gioco, quasi il 56% della popolazione di 18 anni e più. Le spese medie settimanali di queste persone sono state pari a 12.30€. I giochi nazionali di lotteria sono la forma di gioco più prevalente, seguiti da vicino dai giochi nelle sale e nei punti di vendita”.

E’ emerso inoltre che circa il 46% della popolazione ha giocato a giochi gratuiti. Coloro che giocano con soldi veri hanno di solito un’età superiore ai 45 anni, con un livello di istruzione fino al livello secondario e non sono attive nel mercato del lavoro.

Considerando le tendenze di altre giurisdizioni UE, i risultati dello studio dimostrano che i problemi legati alle attività di gioco attraverso canali regolari sono piuttosto contenuti e circa l’1-2% della popolazione, che si dedica al gioco con soldi veri ha osservato una specie di effetto negativo tra l’attività di gioco e il proprio stile di vita. Ciò potrebbe significare che i problemi più gravi legati al gioco d’azzardo derivano soprattutto da attività illegali.

Per tale ragione è stata sottolineata la necessità di incrementare le risorse da destinare alla formazione di professionisti nel settore delle dipendenze da gioco. Il gioco responsabile rappresenta una priorità per la Malta Gaming Authority.

Il Segretario parlamentare per i servizi finanziari, On. Silvio Schembri, presente alla conferenza, ha sottolineato che “questa indagine è importante per comprendere appieno l’effetto del comportamento del gioco sulla vita sociale della popolazione maltese e l’impatto economico che ha sulla loro vita quotidiana”.
Ha inoltre riconosciuto gli effetti positivi dell’industria Igaming sull’economia del paese ed ha sottolineato l’importanza che il governo riveste nella definizione di politiche volte a salvaguardare questa attività senza influire negativamente alla società.

“E’ la prima volta che viene pubblicata un’indagine scientifica che mostri chiaramente i comportamenti di gioco della popolazione maltese. Ciò dovrebbe aiutare tutte le parti interessate a definire politiche basate su dati scientifici piuttosto che su impressioni o miti e quindi si tratta di un dibattito più informato sugli effetti economici e sociali del gioco d’azzardo a Malta”, ha commentato Joseph Cuschieri, presidente della MGA.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *